davidfranchi

This is my personal blog I post here my published articles

Beppe Grillo a Londra 2010

leave a comment »

 

 Beppe Grillo in UK – di David Franchi

Grande partecipazione agli eventi inglesi di Beppe Grillo un successo che conferma uno dei più importanti fenomeni politico- economici italiani.

Il tour di Grillo in Inghilterra è iniziato con due lezioni aperte al pubblico una alla Oxford University e una alla London School of Economics, per poi terminare con uno show a Londra.
Numerosi i riconoscimenti tributatigli soprattutto per il suo blog, l’ultima attività di Beppe Grillo, che ha iniziato nella metà degli anni ’70 come comico.
A seguito di queste brutte esperienze con la politica italiana Grillo diventa un critico sempre più convinto della società italiana, per poi aprire il famoso blog e recentemente passare alla politica attiva.
Beppe Grillo ha iniziato il suo giro dell’Inghilterra in due luoghi di culto della sapere britannico. Il 25 Gennaio con una lezione aperta al pubblico alla Oxford University in qualità di relatore alla conferenza su “Media e democrazia in Italia”.

Il giorno seguente un’altra lezione aperta su “Lo stato dell’Italia di oggi” alla London School of Economics.
Il 27 Gennaio poi c’è stato lo show “Incredible Italy” all’O2 Shepherds Bush Empire. Con questo spettacolo in italiano è iniziato il primo tour europeo di Grillo e a Febbraio 2010 sarà anche a Bruxelles, Parigi, Monaco, Zurigo e Basilea.
In tutte le occasioni inglesi è stato un successo di pubblico. Durante gli eventi Grillo, acclamato come un eroe, ha fatto delle vere e proprie performance per raccontare agli italiani, ma anche ai molti stranieri presenti, lo stato in cui si trova il paese Italia, usando la sua satira molto particolare definita “economico –ecologica”.
Grillo è stato anche acclamato dal settimanale inglese Time Out che gli ha dedicato un articolo a pagina intera dal titolo “Ciao, Beppe Grillo!” paragonandolo al regista americano Micheal Moore.

Nelle sue performance ha descritto gli aspetti negativi dell’Italia, facendo riferimenti all’estero: “Noi esportiamo virus. Noi italiani abbiamo esportato il fascismo, le banche e il debito. Noi esportiamo virus all’estero e loro non hanno gli anticorpi. Quando frequenti un mostro, puoi diventare mostro a tua volta”.
Gli show di Grillo hanno preso di mira l’internazionalizzazione della mafia, i ministri italiani, i manager indagati o condannati ma ancora alla guida di grandi aziende italiane, i politici condannati e ancora in Parlamento. Grillo ha parlato del problema dei rifiuti e degli inceneritori e del riciclo, del Lodo Alfano, dello scudo fiscale.
Sulla crisi economica ha detto: “In Italia continuiamo a dire che c’è una luce al fondo del tunnel, invece quella luce è un treno che ti sta per mettere sotto. L’Italia ha il terzo debito pubblico più alto al mondo, la gente non arriva alla fine del mese”.

Grillo ha esposto bene l’esperienza del suo blog, del movimento e delle liste civiche. Ha fatto l’elogio di internet e delle opportunità che offre alla democrazia ed ai cittadini: “(I politici ndr.) hanno paura della rete. Hanno paura. Non doveva dare un risposta a me personale, non la volevo io. La volevano 350mila cittadini. Perché non ha senso che ci vediamo io lui privatamente. La rete fa paura perché c’è un contraddittorio, perché (i politici ndr) hanno paura dei propri cittadini”.

Alla LSE è stato ricordato che esattamente 5 anni fa, a Gennaio 2005, Grillo scriveva il suo primo post in Rete, avviando un’esperienza incredibile che oggi vanta il record di 300 milioni di accessi. Il suo blog è, tra quelli in lingua italiana, il più noto.

Nell’edizione del 5 – 11 Dicembre scorso l’Economist ha definito Beppe Grillo “Il blogger più popolare d’Italia”.
Il blog di Grillo è stato collocato al settimo posto della classifica mondiale 2009 pubblicata da Forbes. Nel 2008 l’Observer lo aveva messo al nono posto nell’elenco dei 50 blogger più influenti al mondo.
Grillo conclude le sue performance con un messaggio di orgoglio e speranza, urlato a pieni polmoni: “Io non mi arrenderò! Mai!!” e, come negli interventi sul suo blog, dice che le cose stanno cambiando.

Beppe Grillo è nato a Genova nel 1948, è un comico, attore, attivista politico -economico e blogger italiano. Diventò comico quasi per caso, fu scoperto da Pippo Baudo e lanciato in Secondo voi (1977) e raggiunse la notorietà con le trasmissioni Te la do io l’America (1981) e Te lo do io il Brasile (1984). Nel 1986 durante Fantastico 7 attaccò il Partito Socialista e Bettino Craxi, all’epoca Presidente del Consiglio dei Ministri. Grillo fu cacciato dalla televisione pubblica e così iniziò a fare i suoi spettacoli, fortemente polemici, nelle piazze e nei teatri.

Dopo brevi ritorni televisivi di grande successo (Beppe Grillo Show e su Telepiù) rompe definitivamente con la tv nel 2002.

Poi nel 2005 apre il famoso blog con il quale raggiunge una vasta popolarità, nazionale e internazionale. Nell’ottobre 2005 l’edizione europea del Time lo ha eletto tra gli eroi europei dell’anno per gli sforzi e il coraggio nel campo dell’informazione pubblica.

Nel 2007 Grillo ha tenuto un discorso al Parlamento Europeo sui problemi italiani. Sempre nel 2007 si è tenuto il Vaffanculo Day (raccolte circa 350mila firme) primo caso in Italia di protesta organizzata senza alcun intervento dei media tradizionali.

Nel 2008 si è tenuto V2-Day sul tema della “Libera informazione in libero stato”.

Nel 2009 a Firenze si è svolto il primo incontro ufficiale delle liste civiche promosse da Beppe Grillo e la redazione della “Carta di Firenze”. Sempre nel 2009, inoltre, Grillo ha presentato il Movimento 5 Stelle, annunciando la prossima partecipazione alle elezioni regionali 2010.

Beppe Grillo ha avuto una vita molto movimentata piena di polemiche e disavventure, ma anche di successi e onori. In particolare le critiche sono emerse dopo che la sua attività politica si è fatta sempre più intensa e riguardano le disavventure giudiziarie (con tanto di condanne), qualche condono, spesso notizie esagerate dai suoi detrattori. Sempre più difficili invece i suoi rapporti con la stampa.

Con qualche svista nel suo blog Beppe Grillo rimane uno dei maggiori riferimenti politico – economici dell’Italia indipendente.

Le performance britanniche hanno confermato che Beppe Grillo rimane uno degli italiani più ammirati all’estero, visto il successo straordinario di pubblico, sia italiano, sia internazionale.

Pubblicato per: www.italiannights.co.uk

Direct link: http://www.italiannights.co.uk/pages/beppegrillo.htm

Advertisements

Written by davidfranchi

November 13, 2010 at 12:15 am

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: